LE ORIGINI

Il recente ritrovamento, in località Gerbo, di una bella ascia neolitica in pietra verde ha acceso l'interesse degli studiosi della preistoria verso il territorio di Morazzone. La sua scoperta lascia supporre che esso fosse frequentato dall'uomo tra la fine del V e gli inizi del III millennio a.C. Cospicue sono, invece, le testimonianze epigrafiche di epoca romana dal cui momento così ricco di testimonianze e di memorie storiche, Morazzone piomba nel buio dell'anonimato durante i lunghi secoli del Medioevo. Dopo un periodo di decadenza in cui il contado subì un processo di smembramento e di frazionamento, verso la fine del XII secolo esso riacquistò importanza diventando pubblico fortilizio del Comune di Milano. Coinvolto infine nelle lotte fra Visconti e Torriani, Castelseprio venne distrutto nel 1287 da Ottone Visconti.